PROGETTO: SIREN
Scenarios for the Integration of Renewables in a European Cities Network

OBIETTIVI
E’ noto che il potenziale delle Energie Rinnovabili sia altissimo, tuttavia il loro sfruttamento si scontra con una serie di significative barriere non – tecniche dovute a fattori tecnologici, politici, sociali, economici e amministrativi.
L’obiettivo principale del progetto SIREN è quello di costruire una strategia partecipata per favorire i meccanismi decisionali ed il consenso verso le energie rinnovabili nelle città europee. Tutto ciò al fine di contribuire a trovare soluzioni per superare le barriere non tecniche e sviluppare la conoscenza dell’utilizzo delle risorse rinnovabili su scala europea.

Attualmente gli ostacoli non tecnici allo sviluppo delle fonti di energia rinnovabili in Europa sono disseminati all’interno dei diversi attori sociali, politici, tecnici, ognuno dei quali produce spesso barriere di diverso grado e livello, con differenze ulteriori fra Stato e Stato.
L’assenza di un tavolo di concertazione comune e continuativo tra questi soggetti comporta inoltre che i progressi in un determinato settore di alcuni di essi non siano recepiti e sostenuti dagli altri.
(ad esempio: una buona legge per lo sviluppo delle fonti di energia rinnovabili può risultare inefficace se non è sostenuta da una presa di coscienza del problema da parte degli abitanti e dell’imprenditoria).

Il progetto SIREN intende innanzitutto creare una rete tra città Europee di latitudine e contesto socio – economico diversi, al fine di sviluppare scenari di simulazione dei futuri energetici possibili nelle singole realtà, con particolare riferimento all’utilizzo delle energie rinnovabili. Ogni città sarà supportata dall'Agenzia di Energia locale che avrà un ruolo principale nella definizione di parametri socioeconomici necessari per promuovere la diffusione e l'integrazione nei sistemi di energia della città.
Gli obiettivi generali principali di Siren sono:
stabilire una visione futura per ogni città mettendo evidenza il "lato morbido" dell’innovazione ( cioè: l'impatto socio-economico e ambientale);
identificare gli impedimenti e i fattori di successo delle tecnologie verso l’innovazione sostenibile e delle tecnologie sociali che fornisce un sostegno efficace per costruire la consapevolezza e l'addestramento dei proponenti e utenti negli elementi socio-economici che sono emersi e agevolare così l'integrazione della tecnologia nella città;
confrontare esperienze europee di dichiarazione e attivare la ricaduta potenziale in termini di strategie e di integrazione coordinate di scopi aggiuntivi e valori per le rete di città in termini di schemi sostenibili e di strutture socio-economiche .

Gli scenari partiranno dalla situazione energetica attuale delle città della rete e saranno utilizzati come base per attuare processi di partecipazione, coinvolgendo attori locali (politici, imprenditori, abitanti, tecnici) attraverso l’uso della metodologia EASW (DG XIII). Questo metodo è mirato a stimolare una discussione pubblica e creare un rapporto equilibrato tra società, tecnologia e ambiente, identifica, attraverso una discussione tra vari soggetti, le barriere di rallentamento. Deve essere sottolineato che l'Unione Europea, infatti, ha registrato e ha adottato il metodo EASW per distinguere una metodologia precisa per sostenere azioni locali a livello europeo sul tema di sviluppo sostenibile e rafforzare collegamenti tra sviluppo tecnologico e necessità socioeconomiche e ambientali emergenti.

RISULTATI
L'applicazione dell’EASW-Energy aiuterà ad:

  • Aumentare la consapevolezza su aspetti socioeconomici e ambientali dello sfruttamento a vari livelli e tra varie parti: cittadini, politici, decision-makers, imprenditoriali;
  • Scambiare le conoscenze, opinioni e idee tra esperti di tecnologia, cittadini amministratori e rappresentanti pubblici delle Agenzie di Energia;
  • Condurre una discussione collettiva sulla soluzione diversa per affrontare ostacoli non tecnici all'uso di RES;
  • Sviluppare uno strumento innovativo, verificando che le soluzioni economiche, sociali e politiche eliminando barriere esistenti al Renewables, per essere EU Community-wide ripetuto per promuovere un uso più largo di RES in Europa a livello locale.

Gli elementi di successo emersi dai workshop evidenzieranno il superamento delle barriere nei singoli contesti, e saranno messi a disposizione della rete.
L’innovazione del progetto è basata su di un “programma di concertazione” impostato su due livelli:

  • Un livello locale (tra attori sociali diversi);
  • Un livello europeo (tra città di Stati diversi) al fine di definire la strategia globale europea.